Le regole per scrivere

aprile 18, 2010 • Tecniche di Scrittura • Views: 7450

E se ti dicessimo che la scrittura è come la matematica: basta conoscerne le regole per risolvere ogni problema? Ci crederesti? Naaaa, non ci sperare (e non ti preoccupare se la matematica non è mai stata il tuo forte!).

Mettiamo subito in chiaro due punti nodali:

  • Le regole non ingabbiano la creatività
  • Le regole non guidano al capolavoro letterario

A che servono allora? Semplice, se le conosci ti aiutano, se non le conosci… potrebbero decapitare la tua storia.
Potremmo considerarle una bussola che ci aiuta ad arrivare a destinazione, ma solo se sappiamo dove stiamo andando. Perché all’inizio di ogni percorso narrativo è bello perdersi, ma devi saperti ritrovare altrimenti ciao ciao romanzo del secolo! 😛

Photo by The B’s

Di che cosa si occupano le regole? Ecco una sintetica lista:

  • Corpo narrativo: di che cosa vado scrivendo e come lo scriverò
  • La trama: c’è chi la tesse e chi la costruisce, mattone dopo mattone
  • I personaggi: chi vive, chi racconta, chi muore
  • Lo stile: una voce in sottofondo
  • I dialoghi: chi parla e chi ascolta
  • Il narratore: l’egocentrico altruista
  • L’ambientazione: descrizioni e salti nel tempo
  • Inizio, climax, fine: i cardini del romanzo
  • La revisione: una matrigna tanto buona
  • Scrivere, leggere e fare esercizio… serve altro?

Tratteremo ogni punto, ma non promettiamo di farlo in modo sequenziale, anche se ci impegneremo.
In ogni puntata troverai, inoltre, materiale per approfondire a tua volta l’argomento che più ti interessa (anche se il nostro consiglio è quello di approfondire tutto): riferimenti a libri, articoli e risorse online. E naturalmente rimaniamo a tua disposizione per domande e suggerimenti. L’Imbrattacarte è aperto 24/24. 🙂

Nella prossima puntata: il Corpo Narrativo.

pessimomediocrecarinobuonoottimo (11 voto/i, media: 4,09 su 5)




Tags:

5 risposte a Le regole per scrivere

  1. Chiara ha detto:

    Bravi ragazzi,
    blog utilissimo. Ho sempre avuto grandi problemi a scrivere.
    Ricordo ancora che al liceo ad ogni singola prova di italiano sudavo freddo, sono state le ore più sofferte delle mia carriera scolastica.
    Prendevo sempre votacci, che amarezza.
    Spero di riuscire a migliorare grazie ai vostri consigli e spero che abbiate un po’ questo blog spiegando anche le regole sulla punteggiatura.. non mi resta che leggere .

    a presto Chiara

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Chiara,
      grazie per il messaggio, siamo felici che trovi il nostro blog utile. 🙂
      Purtroppo non sempre i nostri ricordi scolastici sono tra i migliori, ma è anche vero che non dipende esclusivamente da noi, i programmi e gli insegnanti hanno le loro responsabilità.
      In ogni caso c’è sempre la possibilità di migliorare e soprattutto di imparare, a qualunque età.
      Abbiamo in programma di preparare anche degli articoli sulla punteggiatura, speriamo di riuscire a scriverli e pubblicarli quanto prima.
      A presto!

  2. Sara ha detto:

    Garzie mille per il Vostro blog ed il Vostro impegno, non so scrivere e devo imparare, mi avete insegnato che si può, grazie…..fino a 10 minuti fa pensavo di cambiare professione – il mio Dominus – ha sempre sostenuto che non avrei mai imparato a scrivere!!!! Grazie ancora

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Sara,
      grazie per il tuo messaggio! Non sappiamo quale sia la tua professione, ma se ti piace e implica la scrittura allora sicuramente non devi rinunciarvi solo perché qualcuno ti ha condannata senza possibilità d’appello. Per imparare a scrivere bene sono richiesti impegno e dedizione, ma se una persona non ha paura di mettersi in gioco, allora prima o poi i risultati arriveranno e con loro la soddisfazione di aver creduto in se stessi.
      In bocca al lupo per tutto e torna a trovarci! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *