#ManifestAmi concorso letterario

agosto 29, 2013 • Concorsi letterari • Views: 12137

Io protesto. Quante volte, nel bel mezzo di una discussione ci saremmo voluti alzare e dire: “Non sono d’accordo!”? Dalle questioni tra amici e in famiglia a quelle di carattere più ampio come l’uguaglianza sociale e l’ambiente, spesso soffochiamo la nostra voce perché “tanto non serve”, perché “vincono sempre loro”, perché “non credo più in niente”.

Il concorso letterario #ManifestAmi promosso dal quotidiano online Dazebao, si propone l’obiettivo di liberare quella voce dentro di noi, di darle spazio per mostrare che il conflitto non deve spaventare: la violenza, del resto, non è che una delle sue facce, la più deforme, ma ve ne sono anche altre, vitali, intelligenti, fondamentali e ci danno l’opportunità di pensare e sperare in una società diversa, creativa, responsabile.

Questo concorso ha l’obbiettivo di raccogliere dei momenti in cui siamo stati “vivi”. In cui abbiamo portato avanti il conflitto. Perché in Italia, oggi più che mai, c’è un dannato bisogno di allargare la coscienza civile.

Questo concorso vuole mettere insieme delle esperienze, convinti che partendo dal particolare, dal locale, si possano costruire dei ponti, dei legami tra le persone. Si possa vedere un mondo altro, ma possibile. Si possa ricostruire una storia che sappia più di noi e meno di qualcun altro…

Il curatore ed ideatore del concorso
Maurizio Mequio

Il concorso è gratuito e trovi tutte le informazioni per partecipare e il bando qui.

Tags:

4 risposte a #ManifestAmi concorso letterario

  1. Romina Tamerici ha detto:

    Sembra molto interessante e si sposa bene con il mio modo di pensare (io mi lancio in discorsi di protesta anche mentre sono in treno o per strada, ahahah!).
    Non sono assolutamente una persona violenta, ma con le parole credo si possa fare moltissimo, basta non chinare sempre la testa di fronte alle ingiustizie.

  2. Romina Tamerici ha detto:

    P.S. Però qui si intendono proprio le manifestazioni… io mi riferisco a cose molto più piccole. Non ho mai preso parte a una manifestazione, mi limito a piccolissime battaglie d’opinione. Credo che solo attraverso il confronto si possa arrivare tutti ad avere più rispetto e più diritti. Non mi piace tacere quando un diritto altrui mio o altrui viene negato e allora intervengo, tutto qui.

  3. Maurizio ha detto:

    Ciao Romina, ringrazio Imbrattacarte per il post, sono il curatore del concorso, credo che il tuo punto di vista sia in sintonia con lo spirito dell’evento. Non importa che tu non abbia mai partecipato ad una manifestazione! In fondo, per come la vedo io, una manifestazione dovrebbe essere la somma di più voci, in difesa dei propri e altrui diritti. Se vorrai, saremo felici di leggerti!
    Maurizio

  4. Chiara ha detto:

    Grazie di aver segnalato questo interessante concorso gratuito. Ho inviato il mio racconto, che è stato già pubblicato online: http://www.dazebaonews.it/cultura/manifestami/item/20675-niente-di-nuovo-sotto-il-sole. Spero che partecipino in molti, non capita spesso che i concorsi affrontino temi così importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *