La cricca

Chi fa parte della cricca dell’Imbrattacarte? Gente poco raccomandabile che ha eletto le parole come principale mezzo d’espressione e non ha paura di brandirle come una spada. Indietreggia marrano!

Tra di noi c’è chi è rimasto esaltato di fronte alla prima parola che imparò a scrivere a sei anni (no, non era il suo nome…), chi ha la fortuna di giocare con le parole per lavoro, chi ama imbrattare pezzi di carta con fantomatici racconti e storie, chi è da sempre devoto all’assoluto piacere della lettura.

Photo by Fran Simó

L’Imbrattacarte è un progetto nato da una visione sulla scrittura-lettura condivisa da tutta la cricca: se vuoi scrivere perché altri ti leggano, impara a scrivere bene. Altrimenti scrivi per te stesso e renderai comunque felice una persona.
Si può imparare a scrivere bene? Secondo noi sì, anche se questo non ti assicurerà l’entrata trionfale nell’olimpo degli scrittori di best seller.
Se ami scrivere e vorresti che altri ti leggessero, forse non sarai d’accordo con tutto quello che troverai qui, ma potresti anche scoprirlo utile e, perché no, divertente.

L’Imbrattacarte è il luogo ideale per chi:

  • si prende troppo sul serio e teme le critiche (sindrome del genio incompreso)
  • non si prende sul serio ed è incostante (sindrome del disilluso pigro)
  • vorrebbe scrivere un romanzo/racconto ed è disposto a imparare (nessuna sindrome, solo un’ottima indole)
  • ama leggere e/o scrivere

Se ti va di curiosare l’ingresso è gratuito e non ti costringeremo a rimanere contro la tua volontà: libera circolazione di parole, libera circolazione d’idee e persone.
Cosa ne pensi? Ti va di lasciare un messaggio? Raccontaci chi sei e che cosa ti piacerebbe conoscere sulla scrittura. Esprimi la tua opinione oppure leggi quella degli altri e rimani nell’ombra. Qui sei libero di fare quello che ti va nel rispetto della libertà altrui: non saranno accettate offese, linguaggio osceno o diffamatorio, polemiche sterili.
Ma tu non sei il tipo che spreca in questo modo le parole, vero? Non ne dubitavamo. 😉 Benvenuto!

Puoi contattarci utilizzando il form qui sotto oppure scrivendo a info.imbrattacarte [@] gmail.com (ovviamente l’indirizzo va scritto senza spazi e [ ]… un semplice trucchetto anti-spammer) 😉

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

30 risposte a La cricca

  1. camillacan ha detto:

    Ciao ragazzi!

    Vorrei scrivere qualcosa su di voi, potreste rispondere a qualche domanda? dove posso scrivervi? Siete così…misteriosi 😉

    Mi trovate sull’indirizzo email che ho scritto…mi raccomando, vi aspetto!!!

  2. MichelaM ha detto:

    Ciao,
    Ho letto la vostra intervista sul blog Libri su libri. Devo farvi i complimenti per aver creato un così bel sito.
    Non sarà molto attiva a scrivervi però vi seguo con i feed… Mi raccomando continuate così.
    Michela

  3. Matteo ha detto:

    ciao ragazzi, sono tra i creatori di flanerì…www.flaneri.com, un sito di libri e cultura… mi piace molto il vostro sito… davvero bravi! se vi va di collaborare possiamo tirar fyuori qualcosa di bello! in bocca al lupo per tutto…

  4. Imbrattacarte ha detto:

    @MichelaM: grazie, sei gentilissima! Saremo felici se continuerai a seguirci e speriamo di suscitare in te il desiderio di lasciarci qualche tua riflessione di tanto in tanto. 😉

    @Matteo: complimenti per il sito flanerì, ci abbiamo fatto un giro veloce (ahimé in questi giorni il tempo è tiranno), ma di sicuro ci torneremo! Per le collaborazioni siamo sempre aperti: ti lasciamo la nostra mail info.imbrattacarte [@] gmail.com

    @Davide: grazie per la segnalazione! Cercheremo di essere sempre all’altezza 😛 Un saluto!

    @tutti: grazie, grazie, grazie!!!

  5. Isabella ha detto:

    Ciao, vi ho scoperto un paio di giorni fa: complimenti.
    Ho iniziato a scaricare le prime lezioni di Louise Doughty: molto interessanti! Peccato che oggi attraverso il link non si riesca più ad accedere…
    Magari avete i file da inviarmi…Ve ne sarei gratissima. Ho visto che l’autrice ha scritto un libro, me è in inglese.
    Saluti e ancora complimenti.
    Isabella

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Isabella,
      grazie per i complimenti e per la segnalazione! Non ci eravamo accorti che, con il restyling del sito, Internazionale avesse eliminato la rubrica della Doughty. Speriamo la reinseriscano presto, in ogni caso saremo felici di inviarti le lezioni che ti mancano. Abbiamo solo bisogno di un po’ di tempo per organizzare i file. Ti va di scriverci a questa mail (info.imbrattacarte [@] gmail.com) e dirci fin dove sei arrivata a scaricare così potremo mandarti le lezioni successive?
      A presto 🙂

  6. valeria ha detto:

    Buon giorno,
    mi sono imbattuta, per caso, sul vostro sito.
    E’ ben strutturato e gli argomenti che tratta sono molto utili, soprattutto per chi, come me, è ancora agli inizi.
    Continuerò a seguirvi con costanza.
    Un affettuoso saluto dalla Sicilia.

  7. Imbrattacarte ha detto:

    Ciao Valeria,
    grazie per i complimenti! Siamo felici che questo spazio sappia fornire spunti utili e interessanti a chi ama scrivere. Purtroppo non riusciamo ad aggiornarlo tanto spesso quanto vorremmo, ma continueremo a fare del nostro meglio.
    A presto!

  8. davide ha detto:

    Mi piace molto il vostro sito, non mancherò di curiosare tra i vostri post, ed intanto vi metto nel mio blogroll.
    😉
    A presto,
    Davide

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Davide,
      grazie per il messaggio e per il link! Purtroppo è da un po’ che non lo aggiorniamo per diversi motivi, ma speriamo di riprendere quanto prima. 🙂
      A presto!

  9. valerio ha detto:

    Salve ragazzi! Complimenti per il blog. Vi ho inviato una mail dall’indirizzo che vedete del form “mail” ma, non avendo ricevuto risposta, temo che sia finito nello spam. Era un’offerta di partnership per un simpatico contest letterario. Se non riuscite a recuperarlo, potete scrivermi alla mail oppure aggiungere su skype l’utente ” maptalks_s1 ” così posso spiegarvelo velocemente. Grazie e buona giornata 🙂

  10. Carlo ha detto:

    Ciao a tutti, giro spesso qui da voi… Un solo appunto, che poi in realtà è una domanda: sbaglio o avete difficoltà ad aggiornarlo? E’ un vero peccato, perché è veramente ricco di spunti intgeressanti per chi ama la lettura, la scrittura o entrambe le cose. Complimenti e auguri

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Carlo,
      grazie per il messaggio e per i complimenti! Purtroppo hai centrato il punto: abbiamo iniziato con le migliori intenzioni ma col passare del tempo gli impegni si sono accavallati e, ora come ora, non riusciamo più ad aggiornare il sito. Speriamo di uscire dall’impasse quanto prima. 😛 Un saluto!

  11. Carlo ha detto:

    Ciao, ho parlato (bene) di voi sul mio blog… Ecco il link. Ciao e a presto

    http://preferiscoleggere.blogspot.com/2011/11/risorse-dalla-rete-limbrattacarte.html

  12. Walter ha detto:

    salve imbrattacarte!
    Una domanda, ma siete ancora attivi?
    Gli ultimi commenti risalgono a novembre dello scorso anno.
    Essendo uno dei migliori siti che io abbia mai visto sul genere è un peccato.

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Walter,
      sì ci siamo! Un po’ rallentati nell’attività ancora per qualche mese, ma speriamo di rimetterci in carreggiata quanto prima. Abbiamo pubblicato un nuovo post qui se ti va di leggerlo.
      Grazie per il complimento. 😉
      A presto con ulteriori aggiornamenti, è una promessa!

  13. Fabio ha detto:

    Buongiorno a tutti, sono Fabio e da stamattina che sono entrato per la prima volta nel vostro utilissimo sito. (utilissimo perchè chi vuol scrivere ha bisogno d’imparare a scrivere ovviamente e leggere le vostre belle recensioni ed i vostri bei consigli.)
    da oggi non smetterò di dare una bella ripassata a questo bel sito.
    Fabio

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Fabio,
      grazie per il messaggio. 🙂 Siamo felici che tu abbia trovato informazioni utili e torna pure a trovarci presto!

  14. maria grazia ha detto:

    Proprio un bel sito, complimenti. Ve lo dice una che sta sempre a cercare sul web siti e blog di scrittura, di libri, di scrittori. Infatti sono affetta dalla sindrome del disilluso pigro: accumulo materiale per scrivere ma non scrivo. Comincio..e basta.
    Ma voi pubblicate guest post? Se un vostro lettore manda un articolo che può essere interessante per questo sito, lo pubblicate?
    Comunque vi seguirò con interesse e simpatia, ciao
    Maria Grazia

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Maria Grazia,
      grazie per i complimenti! Arrossiamo sempre quando li riceviamo, anche se fanno tanto piacere. 😛
      La conosciamo bene quella sindrome (fin troppo bene), ma quest’anno chi di noi scrive ha deciso di fare un fioretto e mettersi al lavoro. Vedremo che ne uscirà!
      Finora non abbiamo ricevuto proposte per guest post, ma l’idea ci piace. Nel caso ricevessimo articoli interessanti saremmo aperti a un’eventuale collaborazione.
      A presto 😉

  15. lisafobia ha detto:

    Ciao, è bello conoscere tante persone interessate ai libri e alla scrittura. Sto cercando aiuto e suggerimenti per il mio primo romanzo… chissà se qualcuno di voi può trovare il tempo e la voglia di aiutarmi.
    Io ho 34 anni e vivo vagando da 12 anni, penso e sogno in inglese e pur essendo italiana D.O.C. non mi vengono in mente le parole quando scrivo in italiano.
    Ho letto che è importante scrivere nella propria madrelingua perché si trova nell’emisfero destro, sede delle emozioni, mentre ogni seconda lingua si trova nell’emisfero sinistro, sede della logica e della razionalità.
    Qualcuno ha esperienza in materia o suggerimenti vari? Grazie in anticipo!
    PS: avrei anche bisogno di suggerimenti su quali autori italiani leggere per sapere che tipo di narrativa piace agli italiani! Grazie…

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Lisa,
      grazie per il tuo messaggio. 🙂 Il tuo quesito è molto interessante perché il problema del trovare le parole giuste non riguarda solo persone come te che tendono a prediligere un’altra lingua, ma anche chi usa l’italiano quotidianamente e fa comunque fatica a trovare le parole adatte quando si accinge a scrivere.
      Nel tuo caso, comunque, sembra trattarsi più che altro della necessità di riappropriarsi della lingua attraverso l’esercizio quotidiano. Ad esempio, potresti provare a tenere un diario in cui descrivi persone e/o situazioni che ti hanno colpita durante la giornata. In questo modo alleneresti da un lato l’osservazione, dall’altro l’uso della lingua.
      Un’altra attività molto utile è leggere libri in italiano al fine di osservarne le costruzioni e il lessico. Meglio prediligere libri di un genere che ti piace, non necessariamente di autori italiani perché anche libri stranieri ben tradotti offrono un aiuto concreto.
      Lasciamo comunque la parola anche ai nostri lettori per altri validi consigli!

      Per quanto riguarda gli autori italiani più letti e amati dal pubblico italiano principalmente si dividono per genere e per target quindi si va dai gialli di Faletti e Camilleri ai libri di Federico Moccia e Fabio Volo per i più giovani passando per autori come Margaret Mazzantini e Stefano Benni. Il consiglio che ti diamo quindi è prima di tutto di circoscrivere il tuo genere di preferenza.
      Anche qui, però, lasciamo la parola ai nostri lettori.

      In bocca al lupo per il tuo primo romanzo e speriamo tornerai a trovarci!

  16. lisafobia ha detto:

    Grazie imbrattacarte! Che bella sensazione sapere di avere qualcuno con cui condividere la mia passione per la lettura e la scrittura! oggi per la prima volta ho inviato un racconto a un concorso letterario, è un grande piccolo passo! Mi piacerebbe leggere le vostre storie e le vostre esperienze a riguardo.
    ps: la categoria di libri che leggo è Mainstream. Non so come si dice in italiano. Qualcuno lo sa? Grazie ancora!!
    Lisa

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Lisa, anche per noi è bello poter condividere questa passione. 🙂
      In bocca al lupo per il concorso! È sicuramente un’ottima occasione per mettersi alla prova. In passato chi di noi scrive ha partecipato ad alcuni concorsi, diciamo senza lode né infamia. Adesso è da un po’ che la penna riposa, ma speriamo che la Somma Musa Ispiratrice torni presto al nostro fianco.
      A presto Lisa e buona scrittura!

      PS/Temiamo che non ci sia una traduzione in italiano o perlomeno noi non la conosciamo, però abbiamo capito a che tipo di “genere” ti riferisci. 😉

  17. Turin Turambar ha detto:

    Salve Imbrattacarte!
    Siete proprio ciò che fa per me! I requisiti richiesti mi calzano alla perfezione, soprattutto, da buon siciliano, le sindromi da “Genio Incompreso” e ” Disilluso Pigro”.
    A volte mille idee volano in tondo come tanti aerei ma senza che nessuno riesca mai ad atterrare.
    Mi piacerebbe saper ordinare tutti questi flash dandogli un corpus narrativo credibile ma… appunto le sindromi.
    In ogni caso ho appena iniziato a leggervi e qualcosa è successo, infatti per la prima volta sono riuscito a mettere giù qualche paginetta: sensazioni, più che altro messe giù quasi con foga, come bevute tutte d’un fiato, mi sono quasi dovuto forzare a scrivere perché dentro qualcosa pulsava ma mille considerazioni razionali impedivano il tutto e poi sono finalmente capitato nel vostro sito e le prime parole su cui sono capitati i miei occhi dicevano: Scrivete! scrivete! qualsiasi cosa vi passi per la mente non lasciate che si perda… fatelo adesso! credo che il messaggio fosse questo, più o meno, o forse era solo ciò di cui avevo bisogno, fatto sta che buttar giù quella pagina è stato … liberatorio,elettrizzante, frizzante, introspettivo, mi sentivo distaccato, calmo, e isolato anche se in realtà nella stessa stanza ci fossero altre tre o quattro persone mentre … vomitavo letteralmente quelle emozioni, sensazioni, considerzioni, punti di vista , prospettive… ne avevo fatto incetta senza rendermene conto e adesso non riuscivo più a tenermele dentro!
    fffiiiuuu !!! come adesso , non sapevo che scrivere e …
    Grazie Imbrattacarte

    • Imbrattacarte ha detto:

      Ciao Túrin Turambar 😉
      siamo felicissimi di esserti stati d’aiuto e scusa per il ritardo nella risposta!
      La mente spesso ci blocca con le sue razionalizzazioni, soprattutto quando si tratta di trasformare pensieri, idee ed emozioni in parole. Tanti sono i “se” e i “ma”, le voci contraddittorie che ci tengono inchiodati al foglio bianco impedendoci qualunque passo in qualunque direzione, ma come avviene per tante arti basta lanciarsi nel primo movimento di un ballo, la prima battuta di una recita o la prima pennellata di una paesaggio e il gioco è fatto. Si può dare inizio allo spettacolo. In seguito arriverà la tecnica, la padronanza dello strumento (nel nostro caso le parole), ma prima dobbiamo sperimentare la libertà e il piacere di fare ciò che amiamo altrimenti non troveremo mai la spinta di proseguire e migliorare.
      In bocca al lupo per la tua passione e buona scrittura!

  18. Brunello ha detto:

    Buona sera.

    Anch’io giungo a questo portale perchè mi piace scrivere, mi piace leggere, mi piace, sopratutto, “comunicare” e, per me, il mezzo più facile per comunicare è stato lo scritto fin da giovane età (come moltissimi tenevo un diario e scrivevo poesie tra i 17 ed il 20 anni).

    Molte volte mi sono “alzato dalla sedia” per incamminarmi nel mondo dello scrivere ma…ma chi sa cosa mi prende ! Non ho mai iniziato un “progetto di scrittura” di una certa consistenza; ho scritto solo degli articoli per un giornalino di una associazione.

    Per lavoro mi è stato insegnato a scrivere agli altri; mia madre mi ha insegnato a “parlare” correttamente; il mio animo mi porta spesso ad esternare con le parole i miei sentimenti e le mie sensazioni ma…..ma non ho mai provato a far diventare tutto questo “uno scritto” articolato.

    Sono vecchio per iniziare ora ? può essere ! Ne ho compiuti 63 ma molti, molti, molti ricordi sono vivissimi e, a volte, sembra vogliano essere portati sulla carta ed uscire dalla soffitta della mia mente.

    Allora mi affaccio al vostro portale, dicevo e vediamo……….se son rose…..

    Saluti e grazie di avermi “letto”.

    Bruno Di Gioacchino
    Piossasco (To)

    • Imbrattacarte ha detto:

      Grazie per la visita e per il messaggio, Bruno.

      Di certo non si è mai troppo vecchi (o troppo alti o troppo grassi 😉 ) per iniziare a scrivere perché se c’è qualcosa che la scrittura non fa è proprio porre vincoli a chicchessia per qualunque ragione. Quindi puoi iniziare ora e stare a vedere dove ti porta il viaggio. L’unico vero limite che puoi incontrare è l’incostanza, ma è un limite cross-generazionale che non guarda in faccia nessuno.

      Per cominciare potresti cimentarti in un racconto che, pur non essendo meno impegnativo di un romanzo, può essere un buon punto di partenza perché costringe a mantenere la storia in poche pagine (così il rischio di abbandonare l’opera a metà strada cala sensibilmente). E poi un racconto tira l’altro, come le ciliege.
      In bocca al lupo per il tuo progetto e vedrai che qualcosa fiorirà sicuramente, anche se non dovessero essere rose, ma margherite. 🙂

      Torna a trovarci presto e buona scrittura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *