On Writing – Stephen King

Agosto 5, 2010 • Recensioni Libri • Views: 4775

Voto della cricca: 5/5 (max 5)

Recensione On Writing di Stephen KingTutti conoscono il Re dell’horror, Stephen King, e quasi tutti possono dire di aver letto almeno uno dei suoi libri.
Il nostro svezzamento è avvenuto con Shining quando avevamo appena 13 anni ed eravamo abituati a quei blandi libri horror per ragazzi in cui di certo non si trova un padre psicopatico che vuole uccidere suo figlio.

Niente ci poteva preparare alla paura che strisciava lungo le nostre braccia mentre, mani saldamente ancorate al libro, non avevamo alcuna intenzione di lasciarlo a metà. Dovevamo sapere come sarebbe andata a finire, nonostante la strizza!

King è un vero maestro nel suo genere e un ottimo scrittore, nonostante alcuni tra i suoi più ferventi estimatori siano d’accordo nel rimproverarlo di un impoverimento del suo stile negli ultimi romanzi.

Ma non ti preoccupare, non vogliamo costringerti a leggere un libro dell’orrore se non ti va! In On Writing, infatti, King lascia riposare la sua penna di scrittore horror dimostrando di essere molto più di quell’etichetta che lo ha reso celebre.
On Writing è un libro che merita di essere letto, non perché sveli chissà che trucco o mistero sulla scrittura, ma perché è un racconto onesto e appassionato sul mestiere di scrivere, o meglio su quello che King ha vissuto e imparato durante la sua carriera di scrittore.

Perché scrivere un libro sulla scrittura? Di solito non sono gli scrittori “popolari”, quelli da “best seller” come King a pronunciarsi a riguardo e infatti è lui stesso a chiedersi da dove gli sia uscito il ghiribizzo.

Era più o meno da un anno che mi trastullavo con l’idea di buttar giù qualche pagina sul mestiere di scrivere, ma mi tratteneva l’incertezza sulle mie stesse motivazioni: perché mai volevo scrivere sullo scrivere? Che cosa mi induceva a credere di avere qualcosa di interessante da dire?

La sua risposta arriva qualche riflessione e frase dopo: il linguaggio. King afferma che anche scrittori come lui, non considerati dei “letterati”, si prendono a cuore il linguaggio e le tecniche di scrittura e da qui nasce On Writing.

Quello che segue è un tentativo di spiegare, in maniera sobria e concisa, come ho incominciato con questo mestiere, quanto ne ho imparato fino a oggi e come lo si mette in pratica. Parlerò del lavoro quotidiano; parlerò del linguaggio.

Il libro si può considerare diviso in 3 grandi parti escluse prefazioni (sì, non ce n’è una sola!) e pensieri conclusivi.

La prima e la terza parte sono autobiografiche e raccontano i primi passi di King nella scrittura, nonché il terribile incidente che lo colpì proprio mentre stava scrivendo il libro.

La seconda parte, invece, è quella che potremmo definire il vero “manuale di scrittura” in cui King ci parla di avverbi e aggettivi, stile, personaggi, trama, grammatica, eccetera eccetera.

Uno degli aspetti più interessanti, a parer nostro, è la descrizione di King sul contesto e sul modo in cui nascono le idee dei suoi libri: è quasi illuminante rendersi conto di come niente nasca dal nulla, ma segua piuttosto un processo non lineare nella nostra mente.

Un altro punto importante riguarda la lettura:

Se volete fare gli scrittori, ci sono due esercizi fondamentali: leggere molto e scrivere molto.

E ancora:

Leggiamo per assaggiare la mediocrità e sentirci una schifezza; è un’esperienza che ci aiuta a riconoscere l’orrore quando comincia ad affiorare nel nostro lavoro, e a starne alla larga. Leggiamo anche per misurarci con la grandezza e il talento, per farci un’idea di tutto ciò che si può fare.

Di questo libro se ne potrebbe parlare per ore, ma la cosa migliore è sicuramente leggerlo senza pregiudizi o false aspettative. Se lo leggi così come si presenta non dubitiamo che lo apprezzerai perché non è solo intelligente e originale, ma anche spietatamente sincero.

Ti consigliamo il libro se:

  • sei curioso di conoscere i retroscena del mestiere di scrivere
  • ami gli approcci originali alla scrittura e alle sue tecniche

Ti sconsigliamo il libro se:

  • non apprezzi le autobiografie degli scrittori
  • sei orientato ad un approccio tradizione alla scrittura

On Writing – Autobiografia di un mestiere, Stephen King – Sperlink & Kupfer Editori, 2004 | Prezzo di copertina: €10,90

Da sapere:

Dove acquistarlo:
Scrivere libri per ragazzi – Amazon.it

[ratings]




Tags: ,

2 Responses to On Writing – Stephen King

  1. MichelaM ha detto:

    Dato che vi piace questo genere di letture vi passo questa segnalazione…
    Io ho approfittato degli sconti che c’erano qualche settimana fa su BOL.it e ho acquistato (e appena finito di leggere) “Come funzionano i romanzi. Breve storia delle tecniche narrative per lettori e scrittori” di James Wood.
    E’ incentrato prevalentemente sulla narrativa straniera, analizza come i grandi scrittori di romanzi hanno affrontato la scrittura (ambientazioni, caratterizzazioni dei personaggi e ritratti psicologici). Secondo me interessante.

    • Imbrattacarte ha detto:

      Grazie della segnalazione Michela! Siamo andati a curiosare e sembra un libro interessante. Lo abbiamo inserito nella nostra lista dei desideri… sarà quasi sicuramente uno delle nostri prossimi acquisti. :mrgreen:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *